fbpx

Sicuramente un obiettivo ambizioso ma non impossibile quello che ha lanciato la ministra dei Trasporti Paola de Micheli. L’idea è quella che, post pandemia, ci sia un risanamento delle infrastrutture grazie ai fondi del Recovery fund. Smarter Up che da sempre si occupa di sostentamento ambientale ed efficienza energetica crede che sia possibile arrivare entro il 2030 a un’ora dall’alta velocità.

Un progetto green e ecosostenibile

Parliamo di un progetto chiamato Piano Italia Veloce. Più sostenibilità e una visione più green è quella alla quale dovranno andare incontro le generazioni future. Modelli di autovetture più veloci e meno inquinanti, la possibilità di avere mene distanze fisiche e sociali soprattutto quando la pandemia ci permetterà di arrivare dai nostri cari lontani nel minor tempo possibile.

Dalla crisi alla ripresa

E’ evidente che il periodo storico ci sta obbligando a dei cambiamenti, a breve o a lungo termine ma sicuramente saranno decisivi. Il tema delle infrastrutture e della mobilità va visto in maniera del tutto diversa da qui all’avvenire. Per prima cosa abbiamo necessità di avere dei mezzi che siano non solo veloci ma anche ecosostenibili. La mobilità unita all’efficientamento energetico e alla sostenibilità ambientale sono fattori che possono essere integrati nel sistema e nella Smart city con soluzioni che siano intelligenti e che pongano sempre come obiettivo il benessere della comunità.

Smarter Up cerca soluzioni efficienti per l’alta velocità entro il 2030
Soluzioni sempre più smart

Smarter Up, come system integrator, cerca nuove soluzioni e nuovi sviluppi che siano efficienti e al passo con i tempi.

Riguardo la mobilità siamo fornitori di servizi per lo sharing di e-bike o e-car. Vivere in una smart city è portare le generazioni attuali ad approcciarsi ad un futuro che sia molto più green di quello attuale. Pensiamo ai monopattini elettrici, o alla possibilità di avere una macchina elettrica che venga ricaricata da una colonnina alimentata da un pannello fotovoltaico pedonale. La ministra, riguardo al progetto, ha voluto puntualizzare infatti che “ i criteri utilizzati per la scelta delle infrastrutture da realizzare o finanziare tengono conto dei principi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica”.

Va sottolineato come ci sia ancora la volontà di cercare miglioramenti e soluzioni che siano a misura di cittadino. Noi di Smarter Up siamo un team di professionisti che si trova al fianco delle imprese per consulenze e Smart solutions. Siamo professionisti e cercheremo di arrivare entro il 2030 a un’ora dall’alta velocità

Forniamo servizi per la sharing mobility e per prodotti Iot. Contattaci per avere informazioni o per richiedere un preventivo.

Smarter Up, costruiamo la Smart City!